Il sesso orale fa male, rischio tumore orofaringeo

  25 Gen 2016

sesso-orale-tumore

Uno studio statunitense ha mostrato nuove conferme sui rischi legati alla pratica del sesso orale. Diverse ricerche evidenziano che avere questo tipo di rapporti aumenta il rischio di contrarre un tumore alla gola. Una ricerca condotta dall’Ohio State University di Columbus, aveva già dimostrato in passato che praticare il sesso orale potesse aumentare il rischio per questo tipo di cancro.

Secondo questa nuova ricerca dell’Albert Einstein College of Medicine pubblicata su Jama Oncology, il sesso orale favorisce il diffondersi del virus papilloma (HPV), il principale responsabile del cancro alla cervice uterina. Dopo aver raggiunto il cavo orale, il virus potrebbe favorire lo sviluppo dei tumori della testa e del collo. Secondo la ricerca, questo virus è responsabile del 70% dei casi di tumore orofaringeo negli Stati Uniti. Numeri più bassi in Italia, dove si stima che siano il 35% i casi di tumore dovuti a quei virus, che trovano terreno fertile per la diffusione nelle membrane umide presenti nella bocca, nel collo dell’utero o nella gola.

Sempre la stessa ricerca, stima che il rischio di contrarre il cancro con la presenza del virus aumenta del 22%.

Condividi

Lascia un commento