Paolo Lanza su “Incantesimo”: “Oscar Sensi è nel mio cuore

  23 Ott 2021

L’attore italiano Paolo Lanza si racconta nello Speciale di GuardaLaTv, un viaggio lungo la sua carriera, nella sua esperienza televisiva e cinematografica. Particolare rilievo al dottor Oscar Sensi, tra i protagonisti della fiction Rai di successo Incantesimo

Paolo Lanza protagonista dello Speciale di GuardaLaTv, in un viaggio nel suo percorso di artista, tra cinema e tv, si sono toccati diversi argomenti tra cui l’esperienza nella fiction Rai 1 Incantesimo. Un programma durato 10 stagioni e che ha appassionato tanti italiani, gli stessi che oggi lo rimpiangono.

Lanza ricorda, mostrando da una parte nostalgia e dall’altra affetto, il personaggio da lui interpretato, il dottor Oscar Sensi. Medico inizialmente cattivissimo e arrivista, Sensi inaspettatamente viene amato dal pubblico anche se, contrariamente al buon Walter Nudo nelle vesti di Antonio Corradi, si trova nei panni dell'”antagonista”. Ecco che poi arriva la scelta, da parte degli autori, di renderlo buono, facendolo convolare a nozze nell’ultima puntata.

L’attore Paolo Lanza durante la diretta

Dai uno sguardo anche a ————- Foto dal set di Incantesimo

E a proposito di ultima puntata, come ha affermato lo stesso Paolo Lanza, Incantesimo avrebbe potuto avere ancora tanta vita davanti a sé, era un prodotto che funzionava i cui vari ingranaggi erano ben collegati. Ma evidentemente qualcosa ha fatto fermare la produzione. Di seguito alcune dichiarazioni di Lanza nella diretta:

“Quando sono stato scritturato per ‘Incantesimo’ eravamo io e Walter Nudo, lui interpretava il medico buono, io il tremendo neurologo che voleva fare carriera a tutti i costi. Di Oscar Sensi dicevano che era cattivissimo ma molto bravo, e in base agli indici di gradimento capii che ci si poteva schierare anche col cattivo. Dopo che il personaggio fece carriera si tranquillizzò un po’ per cui gli autori, tra cui Carlotta Ercolino, decisero di farmi diventare buono. Infatti nell’ultima puntata c’è il mio matrimonio. E’ incredibile come nelle lunghe serialità” – scherza Lanza – “il pubblico non capisca più la differenza tra attore e personaggio. Secondo me ‘Incantesimo’ poteva continuare per altri cinquant’anni, anche più di ‘Un posto al sole’. Quando la fiction è stata chiusa, piuttosto violentemente, gli ascolti erano buoni e il pubblico affezionatissimo. Ma non solo in Italia, mentre giravo in Serbia ‘Paura d’amare’ mi riconoscevano anche lì, e tutt’ora dopo tanti anni continuano a chiedermi quando ricomincino i lavori. Questa fine è un mistero e credo che le motivazioni siano politiche, anche grazie allo scandalo delle raccomandate da un pezzo grosso che all’epoca era Presidente del Consiglio. Ma al di là di questo c’erano grandi attori e le storie erano molto belle, per me sarebbe potuta continuare, anche perché sono anni che Rai Premium lo trasmette”.

Francesco Sarri

Condividi

  , ,

Lascia un commento